RICORDATI DI FARE REGISTRARE IL TUO IMPIANTO, É OBBLIGATORIO!

A partire dal 1° Giugno 2017 è attivo ed accessibile un sistema informativo regionale relativo agli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici denominato Catasto regionale degli impianti termici (CRITER).

La registrazione degli impianti termici al catasto è obbligatoria e deve essere effettuata entro e non oltre il 31/12/2018.

Il CRITER prevede il rilascio di un codice univoco, detto Targa impianto, da associare ad ogni libretto di impianto registrato, che costituisce il riferimento riportato su tutti i documenti e le comunicazioni relative all’impianto.

CHI PUÓ REGISTRARE L’IMPIANTO NEL CRITER?

Possono accedere al catasto, previa apposita registrazione, i soggetti interessati a diverso titolo alle operazioni di controllo degli impianti termici. In particolare:

  • le imprese di installazione e manutenzione degli impianti termici, che sono tenute ad utilizzare l’applicativo informatico Criter per lo svolgimento delle procedure di propria competenza, ovvero:
    • acquisire i codici per la targatura degli impianti;
    • effettuare l’accatastamento dell’impianto, mediante registrazione del Libretto di impianto associato al relativo codice di targatura, e provvedere al successivo eventuale aggiornamento;
    • acquisire i bollini “calore pulito”;
    • effettuare la registrazione dei Rapporti di controllo di efficienza energetica, associandoli al relativo bollino;
  • i distributori di combustibile per gli impianti termici degli edifici, per assolvere agli obblighi di comunicazione alla Regione dei dati relativi all’ubicazione, alla titolarità e ai consumi degli impianti riforniti;
  • gli ispettori qualificati per la esecuzione delle ispezioni sugli impianti termici. 

 

ALCUNI DATI OBBLIGATORI:

Ai sensi della normativa vigente, per rendere possibile la registrazione del libretto di impianto il responsabile (proprietario, affittuario o amministratore condominiale nel caso di impianto centralizzato) è tenuto a fornire all’installatore / manutentore i dati necessari, fra i quali, i riferimenti catastali dell’immobile, il punto di riconsegna della fornitura del gas (PDR) o il punto di prelievo della fornitura di energia elettrica (POD).

Infine, ad avvenuta registrazione, si potrà utilizzare il codice di targatura impianto con il quale accedere al catasto regionale degli impianti termici per:
1. consultare, scaricare e stampare il libretto del proprio impianto, e verificare che sia stato correttamente inserito ed aggiornato;
2. consultare i rapporti di controllo tecnico registrati dagli operatori a seguito delle operazioni di controllo;
3. provvedere a inviare alla Regione le comunicazioni previste dal Regolamento regionale n. 1/2017 ovvero:
• modifica dei dati relativi al Responsabile di impianto;
• comunicazione di impianto disattivato;
• comunicazione registrazione dei consumi (solo per impianti dotati di contatore dedicato).

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito http://energia.regione.emilia-romagna.it/servizi-on-line/criter